Gisella Gellini

Gisella-Gellini

Gisella Gellini, architetto, si è laureata a Firenze con una tesi sulla “Restaurazione e organizzazione museografica di Palazzo Schifanoia di Ferrara”.

Ricercatrice della cultura della luce, con particolare riferimento alla Light Art, ha collaborato con il collezionista Giuseppe Panza di Biumo.

Nel 2009 è stata la curatrice dell’esposizione “Dan Flavin nella Collezione Panza” al Museo Berardo a Lisbona e dell’installazione “Light Blade” di Nicola Evangelisti presso Villa Reale a Milano.

Nel 2010 ha curato la mostra collettiva “Luces – Light Art from Italy” e nel 2012 la mostra “JETZT Archäologische Schatten” di Fabrizio Corneli, entrambe allestite al Museo Archeologico di Francoforte.

Nel 2014 è stata la curatrice, insieme a Domenico Nicolamarino, della mostra-convegno “Light Art Ensemble”, tenuta presso l’ex chiesa di San Carpoforo a Milano. Nello stesso anno è stata la direttrice artistica di “Arezzo in Luce”, un evento su scala urbana con installazioni luminose di Sebastiano Romano.

L’anno successivo, insieme a Domenico Nicolamarino, ha curato la mostra collettiva “LUCE4GOOD – Light Art Ensemble”, ideata e organizzata da QVC Italia in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Brera per sostenere il progetto Pink is Good della Fondazione Umberto Veronesi.

Dal 2009 cura la pubblicazione annuale del libro “Light Art in Italy” che raccoglie le principali installazioni temporanee di Light Art in Italia.

Dal 2011 è docente del corso “Light Art e Design della Luce” presso la Scuola del Design del Politecnico di Milano.

Come esperta di Light Art scrive per riviste specializzate nel settore dell’illuminazione, collabora con l’Accademia di Belle Arti di Brera ed è relatrice in diversi seminari e workshop.